Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Digital transformation e aziende: quali sono le figure chiave della rivoluzione digitale?

Just Knock

27/06/2018

Dal pubblico al privato, non c’è settore che non sia stato toccato dalla profonda trasformazione portata dal digitale. Il risultato è che oggi il mondo del lavoro richiede ai giovani che vi si approcciano competenze sempre più specifiche ed una mentalità elastica e pronta al multitasking. Una rivoluzione, quella del digitale, avvenuta soprattutto all’interno delle aziende, che si trovano a dover ripensare la propria cultura, in particolare quando si parla di risorse umane e management.

L’innovazione passa dalle risorse umane

Il mondo HR gioca oggi un ruolo fondamentale nell’approccio all’innovazione e al digitale da parte delle aziende e dei loro dipendenti, per questo motivo necessita di figure altamente specializzate che sappiano veicolare correttamente il cambiamento culturale. In questo panorama è nato MACU – Master in Gestione e Sviluppo del capitale umano, arrivato alla sua V edizione nel 2018 e che si prefigge di «formare profili in grado di presidiare le attività di gestione e sviluppo delle risorse umane, sia all’interno di imprese, istituzioni pubbliche e non profit, sia presso società specializzate nei servizi per il lavoro».

Responsabile Career Development Program e Placement

«La funzione HR sta diventando, e sempre più sarà, agente del cambiamento.  Per questo per fare HR oggi più che mai, è fondamentale possedere il giusto mix di competenze specialistiche, digital e soft»,ci ha spiegato Ginevra Villa, Responsabile Career Development Program e Placement del master. «In particolare, per chi si occupa di sviluppo del capitale umano le competenze relazionali, la capacità di apprendimento, il creative problem solving e la flessibilità e la proattività sono imprescindibili».

In un contesto di continua innovazione però, un aspirante specialista delle risorse umane si trova davanti a diverse sfide da affrontare, tra cui la costruzione di un percorso professionale coerente con le proprie aspirazioni e con l’evoluzione della tecnologia e la capacità di coglieresfumature e trends in un mercato del lavoro in costante e rapido cambiamento.

Il Master MACU propone dei moduli ad hoc per lo sviluppo di queste competenze, offrendo «laboratori, testimonianze e lezioni aziendali, tour in azienda e seminari e dedicando molta attenzione allo sviluppo di consapevolezza ed employability dello studente attraverso un percorso di Career Development Program e Placement su misura», spiega Ginevra.

Studentessa Master MACU

Giulia Greco, studentessa con un background in Giurisprudenza e un’esperienza lavorativa nel mondo degli hotel di lusso, ha vissuto direttamente le esperienze offerte dal master, migliorando la sua formazione e le sue competenze HR. 

«Ci sono state date importanti occasioni durante questi sei mesi grazie a diverse testimonianze di HR Manager di importanti aziende situate a Milano e la possibilità di andare di persona a visitare gli uffici HR di diversi tipi di aziende grazie al Factory Tour organizzato in collaborazione con Randstad», ci ha raccontato Giulia, che dai primi di maggio svolge il suo stage curriculare presso ProntoPro, portale che mette in contatto domanda e offerta di lavoro professionale e artigianale.

«Faccio parte del Team People Operations che si occupa delle risorse umane; lavoro a stretto contatto con la People Operations Manager e una giovane Recruiter che mi hanno subito coinvolta nei loro processi e attività.Una volta al mese, fuori dall’orario di lavoro, organizzano un meeting per poter informare i dipendenti sull’andamento dell’azienda e sui progetti in corso: la trovo un’iniziativa fantastica perché fa sì che tutti siano a conoscenza di come procede la crescita e si sentano un tutt’uno con l’azienda.»

Gestire la trasformazione digitale 

La digital trasformation ha bisogno non solo di esperti HR specialist ma anche di persone formate professionalmente a gestire l’ondata di cambiamento e innovazione che il digitale ha portato nelle aziende.

Proprio per soddisfare il bisogno di questo tipo di figure professionali ricercate dal mercato è nato il Master MADIM – Master in Management e Digital Transformation, oggi alla sua IV edizione, con l’obiettivo di formare esperti in grado di aiutare le aziende a innovare modelli di business e digitalizzare processi, prodotti e servizi al fine di acquisire un vantaggio che permetta loro di rimanere competitive sul mercato.

«Il Master MADIM»,cispiega la dott.ssa Villa, «è un percorso che utilizza tecniche d’insegnamento basate su learning by doing e sul collaborative learning e che permette ai ragazzi di lavorare su progetti in collaborazione con professionisti e aziende, entrando in contatto con il mondo aziendale e le varie declinazioni della digital transformation ancora prima dell’ingresso in stage».

Un master molto pratico e pragmatico, dove la teoria trova subito un’applicazione concreta, e contribuisce allo sviluppo delle competenze e del tipo di mentalità ricercata dalle aziende. Anche nel caso del MADIM, è poi presente un percorso di Career Development e Placement progettato su misura dello studente e pensato per accorciare la distanza tra università e mondo del lavoro.

Le caratteristiche principali di un aspirante esperto di digital trasformation? Apertura mentale, learnability, proattività, creatività e lateral thinking, entrepreneurship.

Studente Master MADIM

Sono proprio le competenze pratiche offerte dal master che hanno spinto Giuseppe Ciniero, studente di Marketing e comunicazione aziendale, ad approcciarsi all’offerta formativa del master.

«La scelta del Master MADIM Management e Digital Transformation è stata semplice, sembrava (ed effettivamente poi si è rivelato tale) il perfetto connubio tra i miei interessi: il management e la gestione di progetti e persone con la digital transformation. L'introduzione al Project Management (completata con la certificazione ISIPM-Base) è stato probabilmente l'argomento che più ha colto il mio interesse e la mia attenzione, e grazie al master, sono ad oggi in grado di approfondire e padroneggiare quegli argomenti nel mio attuale lavoro come Junior Consultant presso WebScience srl».

L’insegnamento più importante per Giuseppe? Le Soft Skills: «grazie al master ho capito come nell'attuale mondo lavorativo, dinamico, frenetico e in continua evoluzione, le Soft Skills permettano di avere sempre una visione chiara del proprio ambiente e del proprio lavoro, di riuscire a cavarsela con dimestichezza in ogni azienda qualsiasi siano gli strumenti o i processi lavorativi e di affrontare le sfide più differenti con un approccio critico e strutturato».

Hai deciso che la digital transformation è il tuo ambito e vuoi metterti in gioco per diventare un professionista dell’innovazione? Le iscrizioni ai master MACU e MADIM sono aperte, cosa aspetti? Invia oggi la tua candidatura e diventa un esperto della rivoluzione digitale! 

Scopri come iscriverti al Master MACU - Management per lo sviluppo del capitale umano >> CLICCA QUI

Scopri come iscriverti al Master MADIM - Management e digital transformation >> CLICCA QUI

       

Se puoi sognarlo puoi esserlo: a 60 anni Barbie insegna ancora a sognare in grande


Just Knock


08/03/2019

Combattere lo stress in azienda con la mindfulness



05/02/2019

Cosa regalare ai colleghi per natale? I 10 regali perfetti per ogni ruolo



20/12/2018
Just Knock S.r.L. - P.I. IT 08772940964 - info@justknock.it