Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

AAA: cercasi Guru, Ninja e Rockstar

Just Knock

09/04/2020

Guru, Ninja, Hero, Genius, Rockstar.

No, non sono stiamo facendo riferimento agli Avangers, alle Tartarughe Ninja o ad alcune Rock Band degli anni 90.

Secondo Indeed.com, uno dei portali del lavoro più noti al mondo, negli Stati Uniti nel 2019 molte aziende hanno fatto ricorso alla loro creatività pubblicando annunci di lavoro con i più strani e bizzarri job title.

Sei un talento nelle vendite e possiedi delle spiccate doti commerciali? Bene, il job title più adatto a te sarà Mago delle vendite (Sales Wizard)!

Lavori per una compagnia di telefonia e devi vendere i prodotti a potenziali clienti? Sarai un sussurratore al telefono (Phone Whisperer).

Ti occupi delle procedure per la realizzazione dei prodotti e studi le migliori tecniche per la loro commercializzazione sul mercato? Non sei un Product Manager, ma un Cavaliere Jedi.

Ami intrattenerti con molte persone per creare potenziali relazioni commerciali? Allora sarai un Brand Champion.

La lista sarebbe più lunga e corposa; ci limitiamo ad indicarvene alcuni.

A questo punto però sorge spontanea una domanda: perché le aziende hanno iniziato a fare ricorso a questa tecnica fantasiosa di recruiting?

Secondo alcuni articoli apparsi negli Stati Uniti, le aziende americane per rendersi più attrattive sul mercato del lavoro hanno ritenuto saggio adottare questa strategia per differenziarsi dai competitors e per trasmettere allo stesso tempo i loro valori aziendali e la loro cultura.

Il dato curioso è che, nonostante alcuni studi testimoniano come l’utilizzo massiccio di job title estremamente creativi non permetta ai migliori candidati di presentare la candidatura per quella specifica azienda, il fenomeno si è comunque diffuso rapidamente.

Eppure, il mercato del lavoro negli Stati Uniti ha caratteristiche diverse da quello europeo e, più nel dettaglio, da quello italiano.

Negli States il mercato del lavoro viaggia a velocità doppia da quello nostrano, è più semplice trovare o cambiare lavoro e non necessariamente i candidati sono propensi a spostarsi da una città all’altra.

In Italia il mercato è saturo, il tasso di disoccupazione è più alto rispetto agli USA, c’è una maggiore propensione allo spostamento e le aziende stesse faticano a trovare candidati che rispondano pienamente alle loro esigenze. Di base, in rete si trovano annunci di lavoro poco chiari, che non indicano in maniera specifica cosa l’azienda cerca e quale mansione il candidato potrà ricoprire una volta assunto.

Fare ricorso a job title fantasiosi e bizzarri può essere una buona strategia per diffondere l’identità dell’azienda all’esterno, ma potrebbe creare confusione e difficilmente potrebbe essere una modalità adottata da realtà più tradizionali, come istituti bancari, aziende del credito, assicurazioni, etc.

Potrebbe invece essere una buona tecnica per aziende del comparto editoriale o creativo, ma ci riserviamo di dare una risposta certa.

E tu, risponderesti mai ad un annuncio di lavoro per la posizione di Mago dell’Estetica, Guru del Marketing o Ninja Creativo?

 

       



6 motivi che spiegano perché non ti chiamano a colloquio


Just Knock


22/10/2020

Che cos'è il Job Hopping


Just Knock


08/10/2020

Linguaggio del corpo: gli errori da non fare a colloquio!


Just Knock


24/09/2020
Just Knock S.r.L. - P.I. IT 08772940964 - info@justknock.it