Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Employee Engagement: motivare e coinvolgere in tempi di crisi

Just Knock

23/04/2020

In Italia il 30%* dei lavoratori non percepisce alcun senso di appartenenza aziendale e solo il 5%* si sente altamente coinvolto ed engaged con l’azienda.

Con “engagement aziendale” si intende il coinvolgimento e l'impegno delle persone (in inglese "engagement") all’interno della propria impresa.

Essere “ingaggiati” significa sentirsi parte della realtà aziendale per cui si lavora, condividerne i valori e la visione, provare un sentimento d’affezione che permette al lavoratore di diventare un “ambassador”.

Tuttavia, creare una cultura d’impresa coinvolgente richiede impegno, soprattutto in tempi di crisi, dove l’ottica deve essere quella di tutelare non solo il business, ma anche i propri dipendenti.

In periodi di crisi è ancora più importante per le aziende tutelare non solo il business ma anche i propri dipendenti.

Oltre ad adottare misure di sicurezza e di tutela, le aziende devono essere in grado di condividere velocemente le informazioni ai lavoratori, purché siano reali, accurate e attendibili.

La comunicazione diventa un elemento imprescindibile per affrontare la crisi e per permettere al lavoratore di ridurre lo stress e ansia e poter performare al meglio delle sue capacità anche lavorando da remoto.

Grazie alla tecnologia, è possibile alimentare continuamente il flusso di informazioni e tenere aggiornati i lavoratori sulla situazione esterna e sulle implicazioni che la crisi può avere sul lavoro, sulla ripresa delle attività, su eventuali tagli allo stipendio e sulle aspettative del prossimo futuro.

In Cina, Coats e Vissmann hanno fatto ricorso alle loro app interne per condividere con i propri dipendenti le misure che avrebbero adottato e gli aggiornamenti sulla situazione sanitaria del Paese.

In Italia, Max Mara, all’inizio della pandemia, ha fatto ricorso direttamente alle informazioni che arrivavano dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per informare gli store manager, gli addetti alla vendita e tutto il personale tecnico amministrativo delle misure igienico-sanitarie che sarebbero state adottate e sulle disposizioni governative che sarebbero arrivate. Successivamente, ha deciso di aggiornare tutti i propri collaboratori condividendo le informazioni direttamente sull’app adottata internamente.

Simile strategia è stata seguita da Paulaner Brewery Group che, nel momento in cui la pandemia ha raggiunto la Baviera, ha fatto ricorso ai sistemi di comunicazione interni per informare con articoli e post i dipendenti circa gli spostamenti da e per la regione e i suggerimenti igienici per ridurre al minimo il contagio.

BVG, l’ente pubblico che si occupa della rete infrastrutturale dei trasporti di Berlino ha dovuto necessariamente ricorrere a tutti gli strumenti informativi per aiutare i dipendenti, esposti in prima linea, a prendere le giuste precauzioni per non contrarre il virus. L’azienda ha pubblicato sul sito corporate alcuni articoli illustrativi e informativi, attingendo le informazioni dal Robert Koch Institute, ente di ricerca che si occupa del controllo e della prevenzione della malattie.

Altre aziende invece hanno costruito delle landing page dedicate alla pandemia direttamente all’interno della loro Intranet per condividere tutti gli aggiornamenti sul Coronavirus.

Queste misure, trattasi comunque di alcuni esempi, non hanno solo il potenziale di ridurre la diffusione del virus, dal momento che puntano a sensibilizzare e a indirizzare il comportamento delle persone, ma anche di illustrare come le aziende tengono alla salute e al benessere dei propri dipendenti. In questo momento il lavoratore si sente rassicurato perché percepisce che l’azienda ha le redini della situazione in mano e diventa un punto di riferimento soprattutto per quanto riguarda l’attendibilità delle informazioni sulla crisi in essere.

Quali misure ha adottato la tua azienda per aggiornarti sulla pandemia?

 

*Fonte: State Global Workplace

 

 

 

       

Occupazione femminile: Italia (quasi) ultima in UE


Just Knock


17/11/2020

Ho trovato lavoro grazie alla mia idea


Just Knock


05/11/2020

6 motivi che spiegano perché non ti chiamano a colloquio


Just Knock


22/10/2020
Just Knock S.r.L. - P.I. IT 08772940964 - info@justknock.it