Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

È meglio arrabbiarsi o trovare delle soluzioni? La storia di Saverine

Just Knock

17/02/2021

La pandemia ha messo noi tutti alle corde.

C’è chi ha perso il posto di lavoro, chi lavora senza ricevere la tanta attesa cassa integrazione, chi invece sta palesando ripercussioni sociali dovute al distanziamento sociale e, in certi casi, anche alla solitudine.

L’incertezza per il futuro aumenta e, sebbene la campagna di vaccinazione sia iniziata e proceda a rilento, la speranza è di vedere un barlume di luce in fondo al tunnel.

Ma nel frattempo cosa si può fare?

Non abbiamo una risposta, né una soluzione che possa valere per tutti, ma vogliamo raccontare una storia che possa essere d’esempio e d’ispirazione per affrontare questo momento di difficoltà.

Severine Isabey è una ragazza di chiare origini francesi che possiede un piccolo bistrot sul lungomare di Rimini, chiuso da dicembre a causa dei provvedimenti del governo.

Come tanti altri ristoratori, anche lei ha subito enormi perdite dovute alle restrizioni.

Senza giudicare le scelte di altri imprenditori che hanno contestato apertamente i DPCM o minacciato di aprire i loro locali nonostante i divieti, Saverine ha deciso di riconvertire temporaneamente il suo bistrot, trasformandolo in un negozio di vendita al dettaglio di fiori.

Una decisione questa dettata soprattutto dalla voglia di Saverine di non stare con le mani in mano, ma di agire e di tornare a riaprire il suo locale.

L'idea è stata anche possibile grazie alla sua formazione: l’imprenditrice aveva infatti frequentato per anni dei corsi per diventare floral-designer.

La riconversione del bistrot avverrà, allestendo una piccola dependance dedicata alla vendita di fiori stabilizzati, una tecnica con cui vengono trattati ed essiccati in camera iperbarica senza però perdere bellezza e profumo.

A quanto sembra, i primi ordini dalla Francia sono già stati effettuati e i primi bouquet che saranno disponibili riprenderanno i colori dell’inverno.

Questa storia, nella sua semplicità, può essere d’ispirazione per due motivi:

1- è sempre bene, avendone le capacità, non stare con le mani in mano, ma agire, cercando di trovare delle soluzioni per affrontare le difficoltà e gli imprevisti sul lavoro;

2- prepararsi, se possibile, un piano B che possa essere attuato nei momenti di crisi.

Ed è per questa ragione che la formazione continua, lo studio e il confronto sono estremamente utili per avere nel proprio arco delle frecce da scoccare al momento giusto.

Ti lasciamo con una domanda: se ti fossi ritrovato nei panni di Severine, che cosa avresti fatto?

 

 

 

 

 

 

       

Bezos lascia Amazon: ecco la lettera alle sue persone


Just Knock


08/02/2021

Come cambierà il lavoro nel 2021?


Just Knock


21/01/2021

5 TED TALKS da guardare se non hai idea di cosa fare della tua vita


Just Knock


10/12/2020
Just Knock S.r.L. - P.I. IT 08772940964 - info@justknock.it