Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Curiosità e riflessioni sulle ferie estive

Just Knock

03/08/2021

Inutile ribadire quanto l’ultimo anno e mezzo, caratterizzato da restrizioni, isolamento e timore per la propria salute, abbia inciso sul nostro fisico e sulla nostra mente. Per questa ragione, più degli altri anni, noi tutti non vediamo l’ora di prenderci una pausa dal lavoro e goderci le tanto desiderate ferie.

Si tratta pur sempre di uno dei diritti imprescindibili riconosciuti a qualunque lavoratore.

 

Ma quanti giorni di ferie devono essere riconosciuti ai lavoratori?

Di recente, l’Ocse (l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, ndr) ha stilato una classifica sui Paesi che riconoscono più giorni di ferie al mondo

All’ultimo posto della top 10, troviamo il Regno Unito che riconosce ai lavoratori 20 giorni di ferie e 8 di festività nazionali, preceduto da Irlanda, Nuova Zelanda, Germania, Belgio e Francia. L’Italia si trova al quarto posto con 22 giorni di ferie e 10 di festività nazionali. Sul podio invece si collocano la Spagna, il Portogallo e l’Austria, medaglia d’oro con ben 35 giorni di ferie e altri 6 per chi ha superato i 25 anni di anzianità lavorativa.

 

Lunghe o corte che siano le ferie, in quanti riescono veramente a disconnettersi dal lavoro?

Una ricerca condotta da Qualtries su più di 3.000 dipendenti, ha fatto emergere che ben il 40% degli intervistati non è in grado di disconnettersi mentre è in ferie, facendo fatica a non leggere le comunicazioni lavorative che arrivano durante le vacanze. È opportuno però sottolineare che il 68% dei dipendenti utilizza lo stesso telefono sia per il proprio impiego che per la vita privata. 

 

Perché per uno studente è importante volgere dei lavoretti estivi?

Di base, immaginiamo che le vere ferie per tutti coincidano con il periodo estivo. Ma per alcuni non è affatto così. Molti studenti, per esempio, durante questi mesi si dedicano a svolgere i cosiddetti lavori stagionali.

Per loro, e per i giovani in generale, è molto importante svolgere dei lavori durante il percorso di studio perché, secondo le indagini condotte da Almalaurea, gli studenti che svolgono un lavoro prima di raggiungere il traguardo della laurea hanno il 12,2% di possibilità in più di trovare un impiego entro un anno dal conseguimento del titolo di studio. Le probabilità aumentano al 14,4% se si svolge un’attività extra-curriculare all’estero.

 

Hai già pianificato le tue vacanze o preferiresti metterti al lavoro?

Qualunque sia la tua scelta, il team di Just Knock ti augura una buona estate!

       

Posto fisso? No, grazie! Ecco gli interessi dei millennials.


Just Knock


30/08/2021

È meglio arrabbiarsi o trovare delle soluzioni? La storia di Saverine


Just Knock


17/02/2021

Bezos lascia Amazon: ecco la lettera alle sue persone


Just Knock


08/02/2021
Just Knock S.r.L. - P.I. IT 08772940964 - info@justknock.it