Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Video CV per Blizzard - storia (quasi) perfetta di Damiano Tescaro

Just Knock

21/12/2017

«A 22 anni, in Italia, generalmente non possiedi molto di tuo: io vivevo con i miei genitori e il “rimborso spese” dello stage che stavo facendo serviva a malapena a pagarmi il pranzo. Non avevo molto, per l’appunto. Ma a 22 anni la cosa più importante e, credo di parlare per molti miei coetanei dicendo questo, l’unica che senti veramente appartenerti sono le tue idee. Spesso mi hanno definito idealista, sognatore, illuso (!), ottimista e oggi voglio e posso dirvi una cosa: lo sono

É il giugno 2012 e Damiano Tescaro, un giovane laureato all'Università degli Studi di Padova, racconta la sua storia attraverso le pagine del suo blog.

Nel mese di marzo dello stesso anno, prima di partire per l'Irlanda in cerca di lavoro, Damiano decide di mettersi in gioco realizzando un video CV per l'azienda dei suoi sogni: Blizzard, una delle principali società di edizione e sviluppo di videogames. Nel video cerca di esprimere tutto sè stesso includendo «lingue straniere, recitazione, montaggio, doppiaggio e una buona dose di ottimismo e di speranza».

 

A questo punto vi aspetterete di leggere di come Damiano sia riuscito ad entrare in Blizzard grazie al suo video: la realtà è che spesso le nostre aspettative si scontrano con i fatti e sì, Damiano è riuscito alla fine a lavorare per Blizzard, ma non grazie al suo video.

«Il video ha certamente creato un impatto ma non è parte delle ragioni che hanno spinto Blizzard ad assumermi. Infatti, a Blizzard il video non lo avevano nemmeno visto!»

La storia, infatti, prende una strada diversa. Arrivato in Irlanda, nonostante il suo video per Blizzard non abbia raggiunto l'obiettivo per cui era stato creato, Damiano non si perde d'animo e continua a bussare alle porte delle aziende per cui vuole lavorare.

Il risultato? Dal suo arrivo sull'isola nel 2012 Damiano è stato contattato prima da Amazon, poi proprio da Blizzard, per la quale ha lavorato per quasi 3 anni come Game Master e infine da Apple, dove ha ricoperto diversi ruoli fino a diventare Creative Designer.

Cinque anni dopo, rieccolo insieme a Pietro, l'amico che lo aveva aiutato a montare il famoso video, per raccontare l'impatto di quel video CV sulla sua vita. (QUI il video integrale in inglese)

«Credo che si possano leggere due messaggi in questo: il primo è che riporre tutte le proprie speranze in un singolo obiettivo è un errore. Mi sarebbe piaciuto essere qua oggi a dire – Sai Pietro? Il video che abbiamo fatto mi ha fatto trovare lavoro -, ma non è così! Il secondo è stato per me una wake-up call: alcune persone si lasciano buttare giù quando vedono che il video non mi ha fatto raggiungere l’obiettivo, pensano che non valga la pena provare. Ma il video mi ha insegnato grandissime lezioni: mi ha messo in contatto con tantissime persone che hanno visto il video, persone che lavoravano nell'HR, nel personal branding e nel marketing.»

La storia di Damiano, oggi Media Content Producer per Bragi, ci mostra come anche un "fallimento" possa in realtà trasformarsi in una grande occasione. Il video si è rivelato essere un potente mezzo, non solo per creare connessioni ma anche per fare esperienza e dimostrare una cosa ben più importante: è possibile trasformare un'idea in realtà.

« L'idea è che il progetto che stai facendo non è l'obiettivo ma è parte del processo stesso per raggiungerlo. Penso che l'errore che la maggior parte delle persone fa è quello di dire "ok ho fatto il video e ora voglio i risultati". Questo è solo il punto di partenza per le esperienze che farai. Devi fare esperienza perchè ti piace quello che fai, devi condividere non solo le tue esperienze ma anche le tue capacità per creare connessioni. È così che arrivano le occasioni. Sii aperto alle possibilità.»

       

Un candidato è molto più di un CV: Esselunga racconta perché attraverso la storia di Silvia


Just Knock


12/04/2018

Tutti pazzi per il “Blind” - Dai talent show come “The Voice” alle nuove piattaforme per la ricerca del lavoro


Just Knock


05/04/2018

Come fare emergere il talento? - L'Impresa racconta Just Knock


Just Knock


08/03/2018
Just Knock S.r.L. - P.I. IT 08772940964 - info@justknock.it